HOUSE OF DENIM: il jeans pulito ed equo rinasce ad Amsterdam

Ogni anno nel mondo produciamo circa 1,2 miliardi di paia di jeans, prevalentemente nei Paesi poveri con basso costo di manodopera. Per farlo consumiamo  70 miliardi di litri di acqua, con conseguente diffusione nell’ambiente di sostanze inquinanti.

Le industrie del denim più coscienziose sono corse ai ripari e hanno adottato tecniche per il fissaggio dell’indaco sulla tela a secco.

La House of Denim, una piccola azienda di Amsterdam, si sta proponendo come leader di una rivoluzione globale.

 

Fu fondata qualche anno fa da Mariette Hoitink e James Veenhoff con l’idea di creare un centro per la ricerca,l’innovazione e la promozione di un’industria jeans eco sostenibile e nel sociale.

Il loro slogan è “Towards a Brighter Blue” (Verso un blu più brillante).

Courtesy of houseofdenim.org

Hanno aperto la prima scuola al mondo per stilisti di jeans e dal 2012 tiene corsi per giovani  che alla Jeans School in 3 anni imparano a padroneggiare l’intera filiera produttiva.

Courtesy of houseofdenim.org

La scuola attira allievi fin dalla Turchia e dalla Cina e si avvale anche di un laboratorio di sperimentazione e lavanderia a basso inquinamento (Blue Lab). Hanno anche un marchio proprio: la Red Light Denim.

Courtesy of houseofdenim.org

 

⇨ http://www.houseofdenim.org/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *